Articles

Intolleranza al lattosio

Posted by admin

Panoramica

Le persone che hanno intolleranza al lattosio non possono digerire lo zucchero (lattosio) nel latte. Di conseguenza, hanno diarrea, gas e gonfiore dopo aver mangiato latticini. Questa circostanza, anche chiamata underabsorption del lattosio, solitamente non causa i problemi importanti, ma i sintomi possono essere fastidiosi.

L’intolleranza al lattosio è solitamente dovuta alla carenza di un enzima prodotto nell’intestino tenue (lattasi). Una persona può avere bassi livelli di lattasi ed essere ancora in grado di digerire i prodotti lattiero-caseari. Tuttavia, se i livelli sono molto bassi, si verifica intolleranza al lattosio e i sintomi inizieranno ad apparire dopo aver mangiato latticini.

La maggior parte delle persone che hanno intolleranza al lattosio può vivere con questa condizione senza dover rinunciare a tutti i prodotti lattiero-caseari.

Intestino tenue

L’intestino tenue è un condotto cavo che va dallo stomaco all’intestino crasso (colon).

Sintomi

Segni e sintomi di intolleranza al lattosio di solito iniziano 30 minuti a 2 ore dopo aver mangiato o bevuto alimenti che contengono lattosio. I seguenti sono segni e sintomi comuni:

  • Diarrea
  • Nausea e talvolta vomito
  • Crampi allo stomaco
  • Gonfiore
  • Gas

Quando consultare un medico

Programmare un appuntamento dal medico se si hanno spesso sintomi di intolleranza al lattosio dopo aver consumato latticini, soprattutto se si è preoccupati di ottenere abbastanza calcio.

Cause

L’intolleranza al lattosio si verifica quando l’intestino tenue non produce abbastanza di un enzima (lattasi) che consente di digerire lo zucchero del latte (lattosio).

La lattasi di solito converte lo zucchero del latte in due zuccheri semplici (glucosio e galattosio) che vengono assorbiti attraverso la mucosa intestinale ed entrano nel flusso sanguigno.

Se hai deficit di lattasi, il lattosio dal cibo che mangi viaggia verso il colon invece di essere processato e assorbito. Nel colon, i batteri comuni interagiscono con il lattosio non digerito, portando a segni e sintomi di intolleranza al lattosio.

Esistono tre tipi di intolleranza al lattosio. Ci sono diversi fattori che producono il deficit di lattasi sottostante in ogni tipo.

Intolleranza al lattosio primaria

Le persone che sviluppano intolleranza al lattosio primario, il tipo più comune, iniziano la vita producendo abbastanza lattasi. I bambini, che ricevono tutta la loro nutrizione dal latte, hanno bisogno di lattasi.

Quando i bambini sostituiscono il latte con altri alimenti, la loro produzione di lattasi normalmente diminuisce, ma di solito rimane abbastanza alta da digerire la quantità di prodotti lattiero-caseari presenti in una tipica dieta per adulti. Nell’intolleranza al lattosio primaria, la produzione di lattasi diminuisce drasticamente, rendendo i prodotti lattiero-caseari difficili da digerire in età adulta.

Sintomi

Intolleranza al lattosio secondaria

Questa forma di intolleranza al lattosio si verifica quando l’intestino tenue diminuisce la produzione di lattasi dopo una malattia, un infortunio o un intervento chirurgico che colpisce il corpo. Le malattie associate all’intolleranza al lattosio secondaria includono l’infezione intestinale, la celiachia, la proliferazione batterica e il morbo di Crohn.

Il trattamento della condizione preesistente può ripristinare i livelli di lattasi e migliorare segni e sintomi, anche se può richiedere tempo.

Intolleranza al lattosio congenita o dello sviluppo

I neonati possono raramente nascere con intolleranza al lattosio causata dalla mancanza di lattasi. Questo disturbo viene tramandato di generazione in generazione in un modello ereditario chiamato “autosomico recessivo”, il che significa che sia la madre che il padre devono trasmettere la stessa variante genetica affinché un bambino abbia questa condizione. I bambini prematuri possono anche avere intolleranza al lattosio a causa di lattasi insufficiente.

Fattori di rischio

I seguenti sono fattori che possono rendere lei o il suo bambino più propensi ad avere intolleranza al lattosio:

  • Età avanzata. L’intolleranza al lattosio di solito appare in età adulta. Questa condizione è rara nei neonati e nei bambini piccoli.
  • Origine etnica. L’intolleranza al lattosio è più comune nelle persone di origine africana, asiatica, ispanica o nativa americana.
  • Nascita prematura. I bambini prematuri possono avere livelli di lattasi ridotti perché l’intestino tenue non produce cellule di lattasi fino alla fine del terzo trimestre.
  • Malattie che colpiscono l’intestino tenue. Alcuni dei problemi dell’intestino tenue che possono portare all’intolleranza al lattosio includono la crescita eccessiva di batteri, celiachia e morbo di Crohn.
  • Alcuni trattamenti contro il cancro. Se hai avuto radioterapia per il cancro allo stomaco o hai complicazioni intestinali da chemioterapia, sei ad aumentato rischio di intolleranza al lattosio.

Diagnosi

Il medico può sospettare intolleranza al lattosio in base ai sintomi e alla risposta alla riduzione della quantità di latticini nella dieta. Il medico può confermare la diagnosi eseguendo uno o più dei seguenti test:

  • Studio del respiro all’idrogeno. Dopo aver bevuto un liquido che contiene alti livelli di lattosio, il medico misura la quantità di idrogeno nel respiro a intervalli regolari. Espirare troppo idrogeno indica che non stai digerendo e assorbendo completamente il lattosio.
  • Test di tolleranza al lattosio. Due ore dopo aver bevuto un liquido che contiene alti livelli di lattosio, si avrà un esame del sangue per misurare la quantità di glucosio nel sangue. Se il livello di glucosio non aumenta, significa che il corpo non digerisce o assorbe correttamente la bevanda al lattosio.

Trattamento

Nelle persone con intolleranza al lattosio causata da una condizione preesistente, il trattamento della condizione può ripristinare la capacità del corpo di digerire il lattosio, anche se tale processo può richiedere mesi. Per altri motivi, è possibile evitare il disagio dell’intolleranza al lattosio seguendo una dieta a basso contenuto di lattosio.

Per ridurre la quantità di lattosio nella vostra dieta:

  • Limite di latte e altri prodotti lattiero-caseari
  • Include piccole porzioni di prodotti lattiero-caseari nella regolari dei pasti
  • Mangiare e bere gelato e latte lattosio-ridotto
  • Aggiungere un liquido o in polvere enzima lattasi di latte per abbattere il lattosio

stile di vita e rimedi casalinghi

Da qualche prova e metodi di errore, si può essere in grado di prevedere la risposta del corpo agli alimenti che contengono lattosio e calcolare quanto si può mangiare o bere senza sentirsi a disagio. Poche persone hanno una così grave intolleranza al lattosio che sono costrette ad eliminare tutti i prodotti lattiero-caseari e fare attenzione con cibi senza latticini o medicinali che contengono lattosio.

Medicina alternativa

Probiotici

I probiotici sono organismi viventi presenti nell’intestino che aiutano a mantenere sano il sistema digestivo. Questi probiotici sono disponibili anche come colture attive o “vive” in alcuni yogurt e come integratori in forma di capsule.

Sono spesso usati per condizioni gastrointestinali, come la diarrea e la sindrome dell’intestino irritabile. Permettono anche al corpo di digerire il lattosio. I probiotici sono generalmente considerati sicuri e possono valere la pena provare se altri metodi non funzionano.

Preparazione prima del tuo appuntamento

Se hai segni o sintomi che indicano che potresti avere intolleranza al lattosio, inizia con un consulto con il tuo medico di famiglia. Qui di seguito, troverete informazioni che vi aiuteranno a preparare.

Related Post

Leave A Comment